Home // News



WHITE, LA FORMULA DEI 4 GIORNI IN UNA MILANO PIÙ VIVA E PIÙ COOL,
PORTA A UNA CRESCITA DEL SALONE IMPORTANTE 

La formula dei 4 giorni proiettata anche su febbraio - assieme alla strategia di marchi consolidati e medie imprese in esposizione e all’espansione dell’hub di Tortona 31 Opificio - sono gli asset premianti di questa edizione di WHITE, salone patrocinato dal Comune di Milano, on stage dal 23 al 26 febbraio 2018. I dati confermano la crescita costante del trade show, che a questa tornata ha presentato 551 marchi su una superficie espositiva di 21.700mq. La manifestazione ha, di fatto, registrato un aumento complessivo dei buyer a +16% (rispetto a febbraio 2017, merito anche del format espanso su quattro date), l’Italia cresce del 14%, l’estero del 28%. Anche la stampa internazionale ha affollato il trade show, con 940 presenze, attestando il ruolo centrale di WHITE nel womenswear europeo e internazionale, come piattaforma marketing oriented e di comunicazione. «Stiamo raccogliendo i frutti di una strategia, soprattutto verso i Paesi esteri, di promozione del salone e di Milano che, oggi, i dati ci dimostrano essere vincente - dichiara Massimiliano Bizzi, Founder di WHITE - Sono felice anche dell’atmosfera vivace ed energica, che si è respirata nel salone e degli apprezzamenti sul 

brand mix, ricevuti dai migliori buyer italiani ed esteri. Mi auguro che a settembre il sistema moda ritorni ad attuare la strategia di avere le fiere di settore vicine alla fashion week. È una strada che porterebbe a un’ulteriore crescita per Milano e per le aziende». Ad animare questo salone, Rouge Margaux in qualità di Special Guest. La label parigina, con la direzione artistica di Cem Çinar - ha portato in scena al Tortona 31 Opificio | Archiproducts - una live performance; mentre Marco Rambaldi, Special Project di WHITE, oltre a presentare la sua collezione, ha proiettato il cortometraggio, “Vogliamo anche le rose”, in cui racconta l’importante cambio culturale tra la generazione che ha vissuto i fermenti rivoluzionari degli anni Settanta e i giovani di oggi. Protagonista è Valérie Taccarelli, una delle prime transessuali italiane, oltre che attivista per i diritti LGBT. E ancora. Federica Tosi, designer già nota al pubblico della manifestazione, ha portato a WHITE un’esclusiva capsule SEE NOW BY NOW, di 5 outfit ( 3 abiti tra sera e giorno, più due completi T-shirt pantalone, giocati nei toni dell’intramontabile bianco/nero) aprendo, di fatto, nuove prospettive, di comunicazione e di vendita.