In un bilanciamento continuo tra creatività e concretezza, l’abito è oggi più che mai strumento di espressione quotidiana. Ecco anche questa settimana, dallo showroom virtuale di White, una piccola serie di appunti su capi e accessori per la spring/summer 2021.       

Nato a Bruxelles nel 2019 con l’intento di esplorare il rapporto tra arte e sostenibilità, Janue recupera rimanenze di tessuto eccellente e le trasforma in capi di ricerca tattile prodotti localmente.

Lontano da logiche stagionali e modelli estetici preimpostati, il romano Morfosis offre linee sartoriali e materiali di pregio.

Unbreakable Evolution è il marchio fondato nel 2007 da Silvano Negri: impossibile dimenticarlo, con gli artistici patchwork la riconoscibilità è immediata.

Dal cuore della Toscana, un pratico marchio di outerwear che si ispira ai ritmi della vita contemporanea: è Montereggi Point, unione di sartorialità e tecnologia.

Facili passepartout, gli abiti di Baci sono l’emblema della passione della fondatrice Batia Rutenberg per il lifestyle italiano, senza troppi fronzoli ma inappuntabile. 

Sempre fondamentali per definire e completare ogni look, gli accessori. Dal cuore di Parigi, le stole di Épice Paris conquistano per i pattern geometrici, floreali, astratti, caleidoscopici. Sempre in una palette di colori estremamente ricercata.

Ogni pezzo, unico e irripetibile, è realizzato dai fondatori Bess Nielsen e Jan Machenhauer come fosse un’opera d’arte.  I ricami handmade di Meher Kakalia arrivano dal Pakistan, la sua terra di origine.

Dopo gli studi a Londra, la creativa voleva creare un marchio di scarpe (e borse) incisivo nel design, che valorizzasse la sua terra. Ce l’ha fatta! Il suo decorativismo è in vetrina a Parigi, a Le Bon Marché. Doppio impegno, etico e ambientale, per le borse da spiaggia di Canela, lanciate da Ana Laura Garcia a Panama nel 2018 e realizzate in fettucce di plastica riciclata; a intrecciarle sono artigiani locali con un passato fragile. 

Fondato tra Londra e Bali nel 2016, il brand di artigianato etico SoftDream by LauraGalasso offre piccoli gioielli talismano realizzati con le più antiche tecniche indonesiane, oggetti preziosi di grande luminosità dove simboli ancestrali trovano nuova contemporaneità. 

Realizzate a mano, nel distretto di Civitanova Marche, secondo il principio che non c’è macchina che possa sostituire l’uomo, le scarpe LaBelle sono frutto di 28 anni di esperienza. 

Dipinte, ricamate, intrecciate, colorate. Molto originali e sempre diverse, le borse le Daf nascono invece in Salento, dall’estro di Fernando Pezzuto.

Invita infine al recupero della qualità assoluta, Luca Della Lama, label di copricapi nato in provincia di Pistoia nel 2002. Per l’estate i cappelli d’archivio più belli di 100 anni di storia sono rieditati in veste funzionale. Protagonisti, come sempre, canvas e denim, raffia e paglia; ma anche i tessuti tecnici antipioggia.  

DISCOVER THE BRAND SELECTION

https://whiteshow.picafloreditions.com#/list/4de411ed